Palazzo Feudale-Castellum Lauri

l Palazzo Feudale (Castellum Lauri) di proprietà della famiglia Del Mercato, fu edificato nel IX secolo dal Conte Guido per contrastare i saraceni che nell’878 avevano conquistato il Castello di Agropoli. La parte originaria dell’edificio è quella rivolta a ponente ed a settentrione, nel cortile si nota ancora il ponte levatoio attraverso il quale si accedeva, fino al 1840 circa, all’interno della casa. Il castello aveva due torri, una a ponente ancora esistente e l’altra a nord-est, oggi diroccata, ma di cui esistono ancora le fondamenta, entrambe le torri, secondo lo stile costruttivo longobardo, a sezione quadrata. Al tempo della conquista normanna, divenne feudo della famiglia Sanseverino per poi passare alla famiglia Del Mercato che lo vendette nel 1600 a Gian Battista Farao, nuovo feudatario del paese, il fortilizio, fu trasformato in palazzo baronale, divenne sede degli uffici della corte feudale seguendo le vicende del feudo passando così ai Del Giudice e poi alla famiglia Sanfelice. I Sanfelice lo possedettero dal 1625 al 1822 anno in cui il palazzo ritornò alla famiglia Del Mercato, anche Luigia Sanfelice fu ospitata in questo palazzo per circa due anni. Le alterne vicende della famiglia Sanfelice fecero decadere il palazzo, che quando fu comprato da Luigi del Mercato nel 1822 era fatiscente. I lavori di restauro finirono per snaturare il carattere medioevale già alterato in precedenza.